Il Dono segreto di un cuore spezzato

Ci sono tanti momenti nella vita dove il nostro cuore è messo a dura prova.
 Quei momenti dove ti sembra che nessuno ti capisca e credi che  il mondo ti stia crollando  addosso.
Giornate difficili che non passano mai e dove speri di dormire annullando il tempo, senza che i pensieri ti assalgano fino all’alba. 

Una persona cara che non c’è più, un lavoro andato malissimo o perduto, una relazione o matrimonio dove hai dato tutto di te ritrovandoti senza nulla.

Possiamo elencare milioni di ragioni per cui il nostro cuore lacrima, ma la sofferenza rimane la stessa.
Il senso di smarrimento,  di svuotamento, di solitudine inconsolabile, di nostalgia nei ricordi o nella “acquisita e triste credenza” di non essere stati capaci in qualcosa, oppure di non aver fatto o “essere stati abbastanza” per qualcuno, o ancora di aver subito una gelida indifferenza o ingiustizia. 
Dico che è proprio in questi periodi che lo “squarcio” ha un Grande Compito.
Posso sembrare ovvia perché molti scrivono le stesse cose, ma non c’è nulla di più vero del concetto di “Sacralità del Dolore”.
E’ qualcosa che ha la capacità di arrivare al centro di te stesso, come una fredda spada, cambiando addirittura la tua personalità, i tuoi valori, le tue abitudini e spesso apre concetti spirituali mai prima esplorati. 
Tanti anni fa, avevo un’idea comune della sofferenza, nel senso che non riuscivo a vedere il lato buono della cosa, non avevo idea di come si potesse utilizzare un evento negativo come trampolino di lancio di una vita migliore e felice .
Come tante persone vivevo nel “non sapere” e quando mi resi conto che c’era la possibilità di trasformare e di scovare nel dolore il Dono giusto per me , fu una scoperta che ha cambiato tutto il senso alla mia vita e al motivo per cui esisto.
Perché c’ è una storia per ognuno di noi, da amare, qualsiasi essa sia.
Una storia che ha uno scopo, una verità da scoprire, o compiti importanti da portare a termine per la nostra Essenza più pura.  Quando non riusciamo a capire o prendiamo strade inopportune, arriva il dolore  sotto forma di eventi, di scelte difficili, di prove faticose, di affetti perduti. Spesso ho visto persone creare con le loro stesse mani, situazioni per cui lamentarsi fino ad arrivare a rovinarsi davvero, a toccare il fondo più buio e questo perchè tutte queste cose, belle e brutte che siano, hanno il compito di portarci sulla nostra Vera Via.
Se c’è tanto dolore adesso nella tua vita, credi in queste parole che qui ti ho scritto, sono il frutto della mia esperienza e di tanti anni di studio amorevole .
Tutto appartiene a un senso preciso di Te, occorre amarsi ancora di più quando soffriamo, perché ci stiamo trasformando e la trasformazione è “Vita che risorge” e merita tutto l’amore possibile partendo da noi stessi. 
Se ti è piaciuto questo post condividilo se ti va, potrebbe essere utile a chi lo sta cercando.
Ciao e a presto 😉  Giusy
4 commenti
  1. Vincenzo
    Vincenzo dice:

    Spesso quando soffriamo è il momento in cui ci odiamo con tutta l’anima, lo dico per esperienza diretta. Trovo meraviglioso il tuo pensiero “occorre amarsi ancora di più quando soffriamo”.
    Da stampare e incorniciare 🙂

    Rispondi
    • giusy
      giusy dice:

      Grazie Vincenzo. Siamo troppo abituati a giudicare le nostre azioni soprattutto quando le cose vanno male. Invece se accettiamo l’idea che quelle parti buie fanno comunque parte della nostra completezza, la percezione di se stessi cambia. Più contrasti e più abbandoni incontriamo, più eleviamo la nostra esperienza in questa vita. Quindi… siamo belli anche con le lacrime agli occhi 🙂

      Rispondi
  2. Giovanni
    Giovanni dice:

    Molto bello Giusy ! mi trovi d’accordo. Nel dolore troviamo spesse volte l’essenza della persona stessa.
    E’ in quel tunnel oscuro del dolore, che si trova la forza di rialzarsi, di mettersi di nuovo in gioco, di credere di nuovo nella vita… E’ in quei momenti, che si svela la grandezza di una persona, nel trovare di nuovo la felicità.
    Brava Giusy ?

    Rispondi
    • giusy
      giusy dice:

      E’ proprio così Giovanni. Il dolore spesso arriva per aprire porte nuove, per portarci dove l’anima si può dissetare. Sul piano fisico è strano accettarlo ma nei mondi sottili tutto ha sempre un senso. Noi siamo Grandi sempre. Quando arriva qualcosa che ci stravolge quella Grandezza ha l’occasione di rivelarsi e di farci cambiare le cose che non sono più adatte nella nostra vita . Grazie per il tuo commento 😉

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.