Come prendere una decisione in 5 passi.

Ciao a TE !

Questo argomento è caro a molti di noi.

Si avvicina la fine dell’anno e chissà quanti buoni propositi voleranno nell’aria :D.

Quanto è difficile decidere? A volte, molto.

Spesso non sappiamo qual è la cosa giusta da fare. Perdiamo ore, settimane, senza che nulla affiori subito alla coscienza.

Cerchiamo con ansia le soluzioni, coincidenze, risposte.

Ecco qui qualche modalità che usa la maggior parte di voi.

  1. Seguo il cuore
  2. Valuto i pro e i contro
  3. Parlo con un amico
  4. Prego Dio
  5. Ho bisogno di tempo e quando non ne posso più decido
  6. Chiedo consigli alle persone che amo
  7. Mi isolo per riflettere
  8. Se non sbaglio non imparo
  9. Bo, seguo l’istinto
  10. Non lo so, spesso faccio ciò che è necessario

…e tantissimi altri.

Puoi scegliere tutti i criteri che vuoi, ma la domanda è: la tua decisione corrisponde a Chi sei?

Analizziamo il tuo processo decisionale, cioè i passaggi che la tua mente mette in atto per decidere.

Per esempio, se io dico : “parlo con un amico”, in realtà sto applicando un ALTRO processo “nascosto”, per arrivare al mio risultato.

Mi spiego meglio.

Dire che per decidere ho bisogno di parlare con un amico, indico che, nella mia realtà interiore, uso la condivisione con gli altri per questioni che riguardano solo me, e che sento la necessità di ascoltare un parere esterno che non sia solo il mio. Come mai?

Forse perché del mio non mi fido?

O forse perché quello del mio amico è più lucido?

O forse perché lui conosce meglio di me i miei bisogni?

Se si, come fa a sapere Lui/Lei di cosa ho bisogno veramente io? Ok! Forse perché mi conosce Bene! OK! E come mai ne sà di più Lui/Lei di quanto mi conosca io?

Ecc… ecc…, bla, bla…

Tutto può essere.

Per ogni punto numerato, potrei costruire 3000 domande ciascuno.

Ma qui non posso uff, peccato! 😉

Allora.

Ti scrivo qui COME prendere una BUONA DECISIONE in 5 passi, rispettando CHI SEI e dando ascolto ai TUOI bisogni, senza per forza chiedere in giro e senza perdere settimane o mesi.

Regola numero 1.

Avere la mente LIBERA.

Non puoi prendere una decisione importante se sei stressato.

Il tuo stato emotivo negativo diventa il tuo capo. Per cui cercare di distrarti il più possibile senza torturarti con la domanda “come devo fare?” è il terreno fertile per le buone idee.

Regola numero 2.

Rifletti su quali sono le ragioni che eventualmente ti spingono a cercare aiuto all’esterno.

Solo TU puoi sapere cosa è giusto per te, non credi?

La regola “ascolta il cuore”, non è affatto sbagliata, e se proprio per ora non puoi seguirla, averne consapevolezza ti aiuta a chiarire i tuoi bisogni per le decisioni future. E se il cuore non lo segui mai, leggi ciò che ho scritto dopo ;).

Regola numero 3.

Scrivi un elenco gerarchico numerato, dei valori in cui credi nella tua vita. Ai primi posti metti quelli più elevati.

Sono loro i tuoi VERI PILOTI. La filosofia con cui hai scelto di vivere.

Rifletti sulle varie diverse opzioni per decidere, scrivi anche queste e mettile a confronto con i tuoi valori più importanti.

Perché dico questo ?

Perché se prendi una direzione che non è in linea con ciò in cui credi, presto cascherà per terra al primo colpo di vento.

Per esempio: se nella mia scala di valori, tra i primi c’è la mia libertà professionale, scegliere situazioni dove “sono gestita da altri” può significare che mi prendo in giro da sola.

Posso farlo ok, ma per quanto tempo? Succederà prima o poi qualcosa in me che farà crollare quella scelta. A volte basta guardarsi allo specchio e riscoprirsi infelici per comprendere che forse, non abbiamo mai osservato bene quali sono i nostri VALORI PILOTA.

Regola numero 4.

Se segui le prime 3 regole, non avrai più bisogno di nessuno per decidere, se non te stesso, la tua pazienza, e l’Amore per te. E se quest’ultimo non lo hai, forse sarebbe il caso di recuperarlo se non vuoi continuare ad andare avanti a tentoni perdendo il tuo tempo.

Regola numero 5.

Il buon senso. Bada che ciò che decidi non ferisca o faccia del male agli altri. Oppure, se qualcuno o qualcosa patirà necessariamente la tua decisione, fa che avvenga nel modo migliore possibile, nel rispetto della vita, dell’integrità del prossimo, proprio come se quel “patire” stesse accadendo a te.

Per ora mi fermo qui, questo può essere sufficiente.

Ti auguro una buona decisione 🙂

Se ti è piaciuto ciò che ho scritto, condividilo. Magari serve a qualcuno che non sa come fare.

Aiutiamolo 😉

Ciaoo

Giusy

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.