Dove sono tutti gli altri? Sono là, ancora al primo km!

Benvenuti carissimi 🙂
Oggi iniziamo con una frase di Virginia Satir, nonché famosa “terapista della famiglia” a livello mondiale per l’invenzione di un suo metodo che ancora è del tutto innovativo nonostante questa grande terapeuta non sia più su questa terra.
 
Spesso accade che i contrasti più forti e dolorosi capitino proprio tra le mura domestiche, dove anziché sentirci accettati ed amati per quello che siamo, diventiamo bersaglio di critiche che non ci appartengono. Noi non siamo quelle critiche, ma ce le fanno lo stesso e fanno male, tanto male.
 
Se poi siamo stati capaci di fare un cammino di consapevolezza dove abbiamo imparato tanto e siamo addirittura cambiati in meglio, può accadere che chi ci conosce rimane con l’idea vecchia di noi.
Non sa cosa abbiamo dentro, non lo può nemmeno immaginare.
 
In poche parole hai fatto 150.000 km in avanti mentre credono che tu stia ancora al primo km con loro.
 
Qui inizia un lavoro difficilissimo dove lotti contro la “loro idea su di te” affinché rispettino quella nuova, e a volte il risultato è pari allo zero, e senti  frustrazione, rabbia e tristezza. 
Per amore si cede, si tace per non ferire e ci accomodiamo in quei limiti che ci vengono richiesti pur di essere accettati.
Quanto siete d’accordo con questo ?
Si può davvero essere felici accontentando le idee degli altri seppur limitanti per noi ?
In che modo rendiamo giustizia al grande lavoro interiore svolto se poi ci vogliono al primo km?
 
C’è anche chi fa la recita quando sta con i parenti, poi si va via e si ritorna “modalità nuova”  :D.
Siete disposti a farlo anche voi? 
 
In passato conservavo l’illusione di potermi portare tutti nel nuovo mondo di luce che ho scoperto ma mi sbagliavo.
Mi sono ritrovata sola per lunghi anni, incompresa, isolata, criticata e derisa.
Ero “fuori schema”, una ribelle da legare alla sedia… e grazie a DIO :D.
 
Se oggi riesco a essere serena è perchè ho imparato a piacermi nella solitudine di quei tempi,  a farmi compagnia quando intorno non c’era nessuno disposto a farlo.
 
Questo mio piccolo articolo è per chi è in cammino e sta trovando le mie stesse difficoltà.
Che sia una separazione/divorzio, un contrasto con parenti “serpenti” 😀 , o un obiettivo in cui credete solo voi, o se avete ex mariti o ex mogli che vi condannano ingiustamente, o amici scaduti come lo yogurt che vi criticano, genitori tiranni, mariti o mogli o fidanzati che credono poco in noi. Ne abbiamo di tutti i gusti 😀 
Occorre andare avanti, anche se soli nella testa! Poi arriveranno le cose o persone giuste, le occasioni adatte a voi. 
Occorre pazienza con chi è in un altro livello di consapevolezza, compassione. 
Questo è il momento giusto per diventare i migliori amici di VOI stessi <3
Chi vi ama sicuro vi seguirà, chi non vorrà esserci  è perchè è ancora là,  al primo km :),  rispettiamolo.
Sugli altri non abbiamo alcun potere, su di noi, certo che si!
 
Buon cammino <3
1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.