Questa frase raccoglie ciò che accade tra le persone.

Ogni giorno, molti di noi vivono la loro vita in modo tranquillo anche se non perfetto, altri invece devono difendersi tra le pareti domestiche.

Non c’è cosa più triste di un nucleo malato, dove anziché trovare amore e sostegno, senti il gelo, rabbia, solitudine e dolore.

Questi sentimenti possono demolire la tua vita, profondamente.

Se non ti accorgi della direzione in cui stai procedendo, rischi di non riuscire con facilità a venirne fuori.

Comportamenti, abitudini, tradizioni, cultura, odori, il come è fatta una poltrona di casa, certe stanze, o frasi, possono essere spade che ti trafiggono se non superi l’attaccamento.

Ovviamente mi sto riferendo a situazioni dove le cose non sono normali, dove quella modalità seppur tristemente distorta, ha il requisito principe della “familiarità”, con il quale devi farci i conti.

Spesso a furia di conteggiare ti sembra di impazzire. Niente è logico, lo vivi tutti i giorni, sei lì, ci soffri, ma è il tuo ceppo, la tua provenienza, la radice.

Sei impregnato da quell’alone di pranzi tutti insieme, misti all’acidità di stomaco, al timore di dire la tua, di essere giudicato o maltrattato, o persino deriso o ripudiato.

“Ma come? Dovrebbero amarmi!!! Perché mi succede questo??”

Lo so, hai ragione, ma avere lo stesso cognome, o vivere sotto lo stesso tetto, non significa per forza “Amore”.

E come può una pianta crescere serena se la sua radice fa così male?

Se hai la fortuna di aver già creato un nucleo tuo, sei sulla buona strada per risolvere, ma se ancora questo non è possibile, devi assolutamente sapere la verità su come funziona la vita.

Con questo non oso dire di abbandonare capre e cavoli e fuggire in strada senza mezzi, ma iniziare il primo passo verso se stessi, in modo autonomo e distaccato.

Non è semplice, non accade in un giorno, ma è possibile e costruttivo.

Accogli la tua Essenza.

C’è un’Essenza dentro di te, un maestro divino per la tua vita che non ha nulla a che fare con la tua famiglia di origine.

Non gli importa di come sei stato cresciuto o educato, a lui/lei importa solo vivere e realizzare il suo potenziale in questa vita umana.

Segui lui/lei senza esprimere giudizi o paure, mantieni il Suo equilibrio, non il tuo perché è falso.

Questa energia è il tuo miracolo vero, la tua sostanza, la gioia infinita.

Segui questa Essenza, non chi sei diventato con il gruppo che ti ha cresciuto o frequenti, perché rischi di vivere in una enorme imperdonabile bugia, che equivale al tradire la scintilla divina che ha voluto che tu vivessi qui per diventare “l’originale di te stesso”, non una copia di altri.

Non porre contrasto se il tuo mondo interiore ti parla e tu invece respingi per insicurezza.

L’essenza desidera portarti sulla sua strada, non la tua.

Non puoi fermare questa forza.

L’uomo/la mente,  non può niente contro il cielo , ma il cielo può tutto su di lui , tanto vale seguirlo.

Gesù disse di aver portato in Terra la spada per separare padri e madri dai figli e viceversa, così tu recidi allo stesso modo la tua storia bugiarda da ciò che sei veramente.

I “tuoi”hanno fatto ciò che erano in grado, o non in grado di fare. Punto.

Gesù ha insegnato, con queste sue profonde parole, che l’appartenenza forzata è omologazione senza ragione, che plasma una struttura su di te diversa da ciò che sei nell’Anima.

L’autorealizzazione è un processo che accade solo in profonda solitudine, senza legami invisibili o visibili.

In natura i cuccioli crescono per poco tempo con la madre, poi si staccano totalmente per fare da soli.

Gli umani non sono avulsi da questa legge naturale, siamo animali anche noi.

Solo con l’aver spezzato questa corda invisibile puoi raggiungere il tuo centro, la tua piena esistenza.

Se non lo fai, ritorni nell’inganno, quello contro se stessi, che è il peggiore.

Un incantesimo contro natura, quindi contro la volontà di Dio.

Per cui, anche se la tua radice vive certe dinamiche dolorose, RICORDA A CHIARE LETTERE, che è solo una circostanza.

Accetta ciò che accade e lascialo passare attraverso di te, senza bloccarlo dentro!!

Cambia la tua percezione a riguardo, su di te hai tutto il potere che ti serve, sugli altri mai.  

La radice è stata l’inizio, ma non è la tua vita, non è il tuo destino, non è il tuo futuro.

Tocca a te scrivere la storia della tua Anima ed a nessun altro.

Se desideri approfondire scrivimi : counseling.pnl@gmail.com

Ti abbraccio, smack

Giusy

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.