Week and full immersion

Il Maestro interiore. (Solo per Counselor in formazione). 

Insegnamenti sul processo di apprendimento e cambiamento nel Counseling in generale, e nell’attività di formazione.

I doni e dinamiche del Counseling e del suo apprendimento nella vita dello Studente, del Counselor, e del Cliente.

L’intero week and di form-Azione, tenderà all’espansione della propria consapevolezza, sia come studenti in aula, che come studenti di se stessi nel percorso individuale.

Solo in seguito, dopo aver ben appreso cosa accade nel counseling, l’allievo potrà pensare a sé come futuro professionista “Sensibile e Respons-Abile”, sia nel proprio studio privato che nell’eventuale attività di formatore.

Il processo interiore del cambiamento è una costante umana, che va compresoin tutti i suoi aspetti e ben percepito, in modo da alchemizzare gli eventi e gli sfondi dell’esistenza, in nuovi modi di “vedere e sentire” più efficaci, per il proprio benessere e realizzazione.

Le parole chiave delle due giornate, saranno “responsabilità e sensibilità”, di tutto ciò che accade dentro e fuori di se.

Si viaggerà in quei processi delicati, tipici di un percorso di Counseling, fino ad arrivare alla sedimentazione del caos interiore per poi scoprire una nuova chiarezza di intenti.

Lo scopo del Counseling è di rendere le persone più capaci nelle loro difficoltà, aiutarle a conquistare se stessi, nella loro autonomia affettiva e decisionale, e che possano essere in grado di gestire ogni livello emozionale, attraversandolo con spirito osservatore, critico, amorevole, e funzionale al proprio sviluppo.

I lavori esploreranno le varie tipologie di Counseling, quali caratteristiche deve possedere un Counselor professionista, e come si viaggia in quei processi straordinari interiori, in cui lo studente/cliente diventa un attentissimo spettatore/protagonista, così come lo è il Counselor, con se stesso nella sua vita.

Il tutto sarà supportato da esercitazioni pratiche, in cui gli allievi potranno toccare con mano

il pieno significato degli argomenti trattati.

Il Week avrà anche lo scopo di rendere consapevole l’allievo di come è essenziale essere in pieno possesso di capacità relazionali, emotive, linguistiche, e di gestione, pratiche ed efficaci, in grado di generare preziosi cambiamenti sia nella vita degli altri che nella propria, sviluppando sempre nuove “capacità di azione” più armoniche, che tengano conto dei valori, dei vari contesti in cui ci si trova, offrendo un sostegno concreto, e facilmente misurabile.

Tutto questo può essere possibile solo se abbiamo studiato con tutto il cuore noi stessi e consideriamo sempre la vita come il nostro campo di azione.

Infine, si analizzeranno le modalità con cui il Counselor/Formatore può produrre cambiamenti interiori negli allievi durante le sue lezioni, trasformando la didattica in un’occasione di ricerca e scoperta interiore.

Il mondo della comunicazione e delle emozioni.

Qual è la meta di questo week?

Lo scopo di queste due giornate è quello di conoscere per poi gestire al meglio la comunicazione  emotiva e relazionale.

Tutto è comunicazione, persino il silenzio.

Saper individuare il “come” comunichiamo, ci rende consapevoli di come possiamo migliorare le nostre strategie di comunicazione, e anche di quali sono i modi in cui già lo facciamo benissimo.

Cosa faremo?

Impareremo come si può trasformare il mondo interiore nel luogo più sicuro, confortevole, e creativo che ci possa essere, ritrovando serenità, ordine, relax, chiarezza, armonia, morbidezza, e soprattutto l’evoluzione del proprio essere.

Perché è importante partecipare?

Perché spesso, quando diamo il giusto ascoltoe valorealle percezioni/emozioni e usiamo modi efficaci nel comunicare, si crea ordine interiore, che influenza positivamente anche il nostro ambiente quotidiano.

Riusciamo a trasferire agli altri in modo armonico, sereno e diretto i nostri pensieri, senza creare confusione o spiacevoli fraintendimenti.

Nella vita di tutti i giorni, la comunicazione efficace e l’intelligenza emotiva, sono gli strumenti indispensabili per accogliere, sostenere e generare cambiamenti in se stessi e negli altri. Il benessere aumenta, e creiamo una vita di alta qualità.

In che modo impareremo tutto questo?

  1. faremo esercitazioni individuali e di gruppo sui vari tipi di comunicazione, verbale, paraverbale e non verbale;
  2. Viaggeremo tra le parole che creano legamicon gli altri, per costruire relazioni intersoggettive di qualità, e comunicazioni efficaci;
  3. passeremo all’esame delle intelligenze umane, esplorando per cenni la teoria delle intelligenze multiple di Gardner;
  4. approfondiremo il tema dell’Intelligenza del cuore, attraverso il contributo scientifico di Daniel Goleman sull’ Intelligenza Emotiva in tutti i suoi aspetti.
  5. impareremo interessanti tecniche neurolinguistiche sulla gestione delle emozioni che ci ostacolano ;
  6. conosceremo il processo della trasmutazione emozionale nel passaggio da emozioni inferiori rettiliane a quelle superiori in linea con il magnete del cuore, il grande trasformatore.
  7. svolgeremo lavori individuali e di gruppo, osservando i nostri vissuti cambiandone la percezione, e ascoltando con tutto il nostro essere, ciò che gli altri ci comunicano.
  8. a supporto della trasmutazione, scopriremo anche il meraviglioso uso della metafora, del modo in cui si accomoda nella mente trasformando “il percepito” in un mondo nuovo, più utile, costruttivo e soprattutto creativo.

studieremo il modo corretto con cui dare il c.d. “feedback che eleva”,tenendo conto delle “emozioni altrui” e del “loro modo di comunicare

Cos’è il potenziale umano e come posso trasformare le credenze limitanti in risorse inarrestabili? In questo viaggio comprenderai il ruolo all’interno della tua quotidianità delle tue credenze limitanti, come influenzano ogni aspetto della tua vita e sperimenterai come poterle identificare e trasformare nella tua più grande risorsa personale.

Un week-and di formazione intenso, dove potremo esplorare insieme cosa sono le Credenze, come agiscono nell’interno e come determinano la nostra vita.

In ogni ambito della nostra esistenza, mettiamo in campo profonde convinzioni che influenzano le nostre scelte.

Le credenze o convinzioni non sono soltanto di tipo individuale ma anche sociali, familiari, professionali, coinvolgono al 100% la nostra salute fisica e mentale e decretano il nostro blocco o successo.

– In prima giornata viaggeremo tra macrosocialità e microsocialità dei tempi attuali.

Analizzeremo il concetto di credenza/convinzione, come si crea in un individuo e su come i vari fattori socio-culturali, religiosi, politici, razziali, sessuali, e di nazionalità, possono essere considerati come grandiosi aquiloni o gabbie mentali soffocanti.

Si lavorerà in modalità super partes in relazione alle problematiche sociali dei tempi moderni e poi su di sé per esplorare come tali fattori hanno condizionato il nostro passato e presente, e su come possono generare un eventuale destino “inconsapevole”di un individuo, di una comunità, di una nazione e viceversa.  Sarà una grande occasione per riflettere sui nostri tempi e su come stanno condizionando le idee, credenze o autosabotaggi, e su quali possono essere, invece, le grandi risorse estraibili da questo “effetto compressione”.

Tutti i periodi storici difficili hanno partorito idee geniali e cambiato la direzione dei tempi. E ciò è accaduto perché “qualcuno ha creduto in cose che ancora non si erano mai viste, realizzandole”.

In poche parole ci “sprogrammeremo” da tutto ciò che è imposto senza un’attenta analisipersonale o percepito in modo inefficace tanto da distorcere il diritto alla dignità e allo sviluppo dell’essere umano.

Tali aspetti sono essenziali al lavoro del Counselor, in cui è necessario uno studio costante di ogni persona o comunità, e dove ogni individuo o gruppo possa trovare un ascolto attento e culturalmente aperto, in cui l’uso intelligente del potere del cuore, della buona comunicazione, e di mappe mentali efficaci, creino il concetto di UNIONE senza condizionamenti per consentire lo sviluppo delle risorse e delle eccellenze umane.

Seguiranno pratiche individuali e di gruppo per espandere la visione del mondo e di se stessi, tali da uscire dai modelli limitanti proposti spesso dai mass media.

Possiamo essere generatori di cambiamenti, dotati di sensibile intelligenza sociale che può davvero contribuire, nel tempo, a cambiare le sorti di un intero sistema di valori di una società.

La nostra visione può andare OLTRE ciò che vede.

– In seconda giornata, ci concentreremo sulla persona, sui livelli logici del sistema di convinzioni personali e su come operare chirurgicamente in questa scaletta, la quale ci porterà al nostro profondo sistema di valori, spesso sconosciuti a noi stessi, e che fanno da guida indisturbata.

Tale lavoro individuale sarà lo specchio di sè, e di conseguenza si potranno correggere le cose che anziché permettere sviluppo e felicità, sono di ostacolo al potere personale.

I lavori individuali e di gruppo, contribuiranno alla formazione di nuovi solchi profondi nella propria esperienza che permetteranno “il cambiamento storico di sè” che si rifletterà su tutti gli ambiti della vita.

Cambiando le nostre convinzioni limitanti, possiamo davvero assaporare un senso di libertà impagabile, dove persino un vissuto difficile può trovare la giusta archiviazione dando così spazio a una nuova melodia che mai abbiamo ascoltato, LA NOSTRA. 

“Ascolto empatico e capacità del Non giudizio”

Laboratorio esperenziale sull’applicazione dei fondamenti del Counseling

“Sapeva ascoltare, e sapeva leggere.

Non i libri, quelli son buoni tutti, sapeva leggere la gente.

I segni che la gente si porta addosso.”

Alessandro Baricco

L’empatia è la capacità di “percepire e vedere dentro di se” ciò che prova l’altro.

Mettersi nei suoi panni, comprendere il suo stesso punto di vista, riuscire a rivivere nella propria esperienza interiore le stesse vibrazioni del vissuto altrui.

È una qualità essenziale per costruire relazioni di qualità, stringere legami straordinari, per aiutare.

Senza di essa le nobili professioni al servizio dell’umanità non potrebbero essere svolte.

L’ assenza di empatia, la mancanza di un “percepito” e chiusura nei propri modi di vivere la vita, provocano la distruzione delle relazioni, delle famiglie, incluso l’ambiente di lavoro.

Chi sa “ascoltare empaticamente”gli altri  è perché sa farlo prima con se stesso.

Quando in un ambiente si trovano persone empatiche, si respira un mondo migliore, leggero, dove ogni problema lascia lo spazio alla comprensione, al rispetto, al dialogo fluido, autentico, all’armonia, alla felicità, al chiarimento, all’affetto sincero e al benessere, all’abbandono della scomoda “maschera sociale”.

Essere ascoltati con empatia, con emozione sentita, ti cambia, ti rigenera alleggerendo i tuoi pesi.

La comunicazione subisce una grande trasformazione. Genera luce, soluzioni nuove e un freschissimo respiro di sollievo.

La nostra epoca ogni giorno ci racconta di molti casi in cui questa meravigliosa qualità umana, in alcune persone è tristemente ridotta o assente, indipendentemente dalla fascia di età.

La mancanza di empatia o cura per il prossimo denota un’insopportabile incapacità emotiva di “percepire” le emozioni altrui, generando, nei casi limite, comportamenti e maltrattamenti spesso ai limiti della legalità, come se ciò che si provoca nell’altro non facesse mai parte della propria esperienza interna.

Un mondo senza empatia è quello della frustrazione, abbandono, solitudine, senso di impotenza e in casi estremi, di violenza.

C’è la profonda necessità di creare una società attenta ai bisogni umani , fatta di amore, compassione, rispetto, imparando a sospendere la frequentissima abitudine di GIUDICAREsenza conoscere in profondità persone, sentimenti e situazioni.

L’empatia è l’arte di comprendere le emozioni “la capacità di mettersi nei panni degli altri.

 È una delle funzioni più importanti dell’intelligenza. Dimostra il grado di maturità dell’essere umano”. (A.Cury)

In questo week and, studieremo questi bellissimi temi al servizio di se stessi e degli altri e che possono cambiare in modo concreto l’esperienza della vita.

Saper ascoltare empaticamente crea bellezza, leggerezza, può far rifiorire l’anima.

Il giudizio, al contrario, crea distacco, separazione, isolamento e PAURA DI ESSERE come madre natura ci ha creati.

Impareremo ad ascoltarci in profondità, in ogni dettaglio e senza maschere, essendo ciò che siamo veramente, per ritornare a casa con il sole nel cuore.

Capiremo anche come gestire questa grande capacità, perché chi è in grado di “sentire tutto intorno a se”, può percepire anche ciò che crea malessere con una maggiore intensità.

Abbandoneremo ogni forma di giudizio su di noi, sugli altri, compreso quello sulla nostra storia familiare, scoprendone tutti i benefici.

Osserveremo, come in un appassionante viaggio nel tempo, i nostri genogrammi e dopo aver compreso con cuore aperto cosa è accaduto alle nostre radici, potremo ricominciare nell’unico modo giusto e armonico : il nostro.

Ai concetti teorici seguiranno tante esercitazioni pratiche individuali e di gruppo, in modo da mettere in pratica queste grandi capacità umane, in grado di aprire la mente ad una comunicazione “Di tutto Cuore”, l’unica che può permettere un’evoluzione totalizzante della persona.

 

“I diritti umani e storia del Counseling e differenze di approcci nelle varie culture”.

I diritti fondamentali della persona come guida al benEssere della comunità e del singolo individuo. Sviluppi della professione nel mondo.

In queste due giornate studieremo i padri e le fonti del Counseling e di come sia diventato il frutto di concetti legati all’evoluzione della personalità umana.

Una comunità può progredire solo se l’uomo ha in sé la consapevolezza del suo potenziale, delle sue capacità e se è in grado di  creare e rispettarele regole che sostengono, aiutano e proteggono  la “vita” in ogni forma.

Conosceremo le fonti e i profili storici più importanti ed appassionanti non solo del Counseling, ma anche delle filosofie antiche e giuridiche, tra quelle intese come strumento di amore per la comunità, in quanto tutte sono in perfetta sintonia tra loro.

I diritti fondamentali della persona, sia in termini nazionali che internazionali, sono quelli che consentono il buon stato dell’Essere.

Non esiste un esercizio dell’ Esserese non è supportato da una coscienza personale “risvegliata”e da una società che promuove tale esercizio.  

I paesi dove l’Essere non è né contemplato e né promosso, sono quelli in cui il diritto divino non ha potuto farvi ingresso e di conseguenza nemmeno i diritti umani.

Dove c’è violenza, sopraffazione, repressione, sfruttamento e mortificazione della vita, non c’è diritto, c’è solo “uso e consumo” dell’altro, che non è considerato una persona, ma un oggetto privo di dignità da cui attingere ciò che serve per poi disfarsene, indipendentemente dall’età e dal suo stato.

Dove non c’è un diritto sano non c’è Amore, e dove non esiste Amore non c’è nemmeno Dio/Universo.

“ Dio non creò il male.

Il male è il risultato dell’assenza di Dio nel cuore degli esseri umani”

Albert Einstein

Il diritto non è solo uno strumento tecnico di cui dispongono i tribunali, ma è la fonte che permette ad ognuno di noi l’esercizio della Libertà di Essere in una comunità, società, paese, continente, nazione.

Il Counseling si muove accanto a tutto questo, viaggia insieme alle regole umane, giuridiche, civiche, sociali, filosofiche, pedagogiche e permette che i diritti umani siano capiti, prima in se stessi, per poi esercitarli fuori.

Faremo un salto in alcune parti del mondo dove il Counseling è una realtà  perfettamente integrata con le altre professioni, dove le comunità seppur

diverse tra loro per cultura, religione e per condizione geografica, mostrano un volto comune :

il benessere dell’uomo e del substrato in cui si esprime la sua identità/personalità.

Seguiranno esercitazioni pratiche individuali e di gruppo affinchè ogni insegnamento possa essere fonte di equilibrio, saggezza e bellezza nella propria vita.

Il faro della Spiritualità  in tutte le sue forme.

“L’esperienza Spirituale come ossigeno Supremo ai fini dello sviluppo creativo e completo della natura umana”.

Tutti noi, spesso, cerchiamo il senso della vita e delle cose che ci accadono.

Abbiamo bisogno di risposte che vanno al di là di ciò che si vede, per comprendere la via più giusta per noi e per ritrovare quell’equilibrio che sa di buono, per vivere in pace, nonostante tutto.

Siamo curiosi di sapere qual è la nostra fonte, da dove è partita la scintilla che ci ha concesso di vivere e soprattutto dove ci porterà.

Per natura l’uomo è fortemente attratto da ciò che è elevato, celeste, a prescindere dalla religione, che corrisponde solo ad un sistema di “credenze” accompagnato da regole o riti.

La Spiritualità è un concetto differente, più ampio e tangibile anche per chi non si definisce ne religioso e ne spirituale.

È uno stato di beatitudine dell’Essere, dove incontriamo amore, relax, saggezza eterna, preziosi consigli e distensione armonica per ogni attrito della vita.

Nei secoli, l’umanità ha avuto il privilegio di conoscere grandi Maestri di Spirito, Anime illuminate che hanno cambiato tutto il senso dell’esistenza.

Sono stati seguiti, amati, studiati e anche uccisi per ciò che insegnavano, ossia la libertà da ogni ristrettezza creata per dominare, reprimere, affinché l’uomo mai potesse conoscere il suo Infinito.

Tutti i loro insegnamenti li ritroviamo oggi nei testi storici e sacri.

Molti di questi principi sono portatori di guarigione dell’anima, risolvono conflitti, spianano strade strette e tortuose, sono il balsamo per i dolori dell’esistenza, sono stati la fonte dei diritti umani e civili di oggi.

L’Amore verso il lato fragile dell’umanità, l’offrire Luce, Forza, Sapienza, Accoglienza, Conforto, Saggezza, Pace e Rinascita, sono i rami di un Albero Sacro.

In queste due giornate, ognuno potrà definirsi spirituale, perché ogni persona ha il Suo modo di esserlo, basta comprendere il proprio metodo per “Ascoltare” la pace dentro.

Le esercitazioni individuali e di gruppo permetteranno a tutti di poter accedere al proprio potenziale eterno, elevato.

C’è una ricca fonte dentro di noi che può orientare in modo sorprendente la nostra direzione.

Esiste una Coscienza di Luce slegata da qualsiasi religione o credenza, che può disinnescare meccanismi fortemente limitanti.

L’Energia Cristica, come quella di tanti altri illuminati che tratteremo, è quella che cambia il senso della vita umana, lo stravolge.

Circoscrivere la sua importanza solo in base ad una religione è come dire che l’Impero Romano è stato “Grande” solo perché era una semplice “credenza” dell’epoca, anziché una realtà storico/oggettiva.

Tanti Maestri hanno insegnato il Risveglio dell’uomo, sta a noi riuscire a metterlo in pratica.

Questo e molto altro tratteremo in queste due giornate, portando a casa ciò che conta davvero e lasciando andare quello che non è utile.

Ci nutriremo direttamente dalle fonti sacre individuali e di coloro che ci hanno donato un capitale storico che seppur così antico, è la guida in linea con l’Universo per questi tumultuosi e complessi tempi moderni.

 

Il potente cambiamento con la PNL e con Il Coaching

L’intero week and ha numerosi scopi:

– Far conoscere agli allievi gli strumenti tecnico pratici della PNL e uno in particolare del Coaching.

– Imparare a lavorare sui processi che la mente crea.

– Consentire l’espansione della consapevolezza della mappa del mondo interiore

– Fare in modo che possano creare il cambiamento con se stessi e poi con il loro interlocutore

– Avere a disposizione una cassetta degli attrezzi pratici per iniziare subito a praticare da subito.

– Fare il punto della situazione dei vari ambiti della loro vita con il Coaching.

Si tratta di strumenti immediati per sapere “come” formulare una domanda, o su come iniziare o accompagnare il cambiamento o presa di  coscienza della propria vita o del proprio interlocutore.

Con il corso si imparerà a catturare o gestire quella “frase o parola” della persone o cliente che, se indirizzata in modo efficace, può davvero modificare la percezione di ciò che in quel momento sta ostacolando il suo benessere.

Faremo un piccolo viaggio nella filosofia, sorella gemella della PNL.

Come nasce questa branca del benessere, e quali sono i campi di applicazione.

Nella 1ma giornata i partecipanti 

– Impareranno a conoscere la pnl e come ènata

– Impareranno a conoscere la comunicazione V, NV, PV, Calibrazione.

– Conosceranno le tecniche del linguaggio, che approfondiranno con il Metamodello imparando a   trasformare il linguaggio da generalizzato a contestualizzato, da S1 a S2 ( cenni di Intelligenza Linguistica)

– Tutti gli argomenti saranno suggellati da continue esercitazioni in aula, sia da soli che in coppia o gruppo.

Nella 2da giornata 

Impareranno a modificare la percezione del loro mondo interiore attraverso l’uso delle Submodalità, per le quali dovranno esercitarsi in coppia in modo reciproco.

Nel pomeriggio scopriranno lo strumento principe del Coaching “la Ruota della vita”, con cui potranno fare una foto del loro passato, del presente e del futuro, imparando anche come formularsi le domande giuste per realizzare un obiettivo grandioso e straordinario per il nuovo anno.

© Copyright - Creato da Giusy Vaccina - P.I. 03006170736